Con le peggiori intenzioni

Alessandro Piperno è Marcel Proust con la sociologica e viscerale veemenza calcistica di un laziale comune nella Roma imperfetta di questi strani giorni. Riesce a misurare così delicatamente perfidia e ironia che anche l’accidia è tollerabile e personaggi densi di inutili nevrosi che si costringerebbero a noiosissimi vernissage sul nulla, per il gusto di vederli stritolare dagli ingranaggi dei doveri, si rivelano simpatici. Di quella simpatia che si nutre verso noi stessi, quando ci scrutiamo allo specchio oscillando tra autocritica e indulgenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...