Conte: “Avessi saputo ad uno ad uno gli staccavo la testa” – Il verbale/1

Processo di appello per calcioscossmesse

Premetto che Antonio Conte nell’inchiesta condotta dalla procura di Bari, guidata da Antonio Laudati, non è iscritto nel registro degli indagati ma è stato sentito a Monopoli il 6 settembre scorso in qualità di persona informata sui fatti. Conte, dunque, è stato sottoposto a un interrogatorio per comprendere l’ambiente, le circostanze, il contesto in cui è maturato l’insieme delle condizioni che hanno condotto al coinvolgimento di giocatori nella rete internazionale emersa dalla indagini della procura di Cremona che, per prima, ha indagato sul fenomeno del calcioscommesse. La procura ad oggi – aspetto specificato a più riprese dal procuratore Laudati – non ha iscritto l’allenatore della Juventus nel registro degli indagati.

Ho estrapolato passaggi interessanti di questo verbale (che potete leggere per intero anche qui oltre che sui principali siti di informazione) nell’intento di delineare la posizione del tecnico (testimone, ribadisco, per quanto attiene questa inchiesta specifica) rispetto ad alcuni aspetti, ai personaggio da Masiello a Stellini e alla dirigenza del Bari. Partiamo dal principio, cioè da queste risposte.

SALERNITANA-BARI – “Cioè che noi fossimo superiori alla Salernitana era evidente sulla carta, che poi se lei mi dice: durante la partita, c’è stata in quella partita una superiorità schiacciante? Io le dico di no”.

GARE TRUCCATE – “Che mi sembra? Che è una vergogna! Che è una vergogna! Chiariamo, e ribadisco un concetto, il campo è una cosa, fuori è un’altra. Perché, se io avessi saputo una cosa del genere, ad uno ad uno gli staccavo la testa”.

INCONSAPEVOLE – “Le faccio un esempio (rispondendo al procuratore Laudati). Gustinetti, Gustinetti ha avuto tutti questi delinquenti e se li è portati dietro. Io Gustinetti lo conosco. E’ una persona che se tu dici bravissima, cioè questa persona è disperata, e dice “Io sono un coglione”, è un coglione lui, sono un coglione io”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...