Continassa: l’ira di Giannino per la cittadella della Juventus

Oscar Giannino (alias #oscargiannetto) esplora la dimensione del paradosso egregiamente, per un mezzo che crea, sollecita l’immaginario come la radio. Ma la questione Continassa è altra cosa. E’ una di quelle questioni così italiane, da soliti sospetti secondo cui la vendita o la svendita – se vogliamo dirla alla Giannino – di terreni o immobili e altro di proprietà dello Stato per la riqualificazione di un’area degradata passa per una dei maggiori Gruppi nostrani con il benestare vincolato dell’amministrazione Fassino.

Il consiglio comunale di Torino, la fiera capitale dell’industria dell’automobile italiana, vota e approva il progetto che riguarda un’area di 260 mila metri quadri. Di questi, 180 mila (di cui 33 mila edificabili) saranno utilizzati per la realizzazione di campi di allenamento per la prima squadra, di un albergo, di servizi (e di una possibile multisala cinematografica), di un centro benessere. In più verranno ospitate residenze per 12 mila metri quadri. Entro l’approvazione definitiva della variante (oggi in fase di adozione), spiega un altro emendamento, sarà individuato il valore effettivo del diritto di cessione delle aree, per le quali è in corso una perizia, inizialmente stimate in 10 milioni e 500 mila euro.

Un’area che verrà riqualificata a un costo assai favorevole a corso Galileo Ferraris secondo Giannino e secondo il capogruppo del M5S, Vittorio Bertola che ha sollevato il caso della Continassa non solo nell’ambito delle sue attività istituzionali, ma sul suo blog in cui enuclea le motivazioni del voto contrario espresso dai grillini. Posizione che, per uno strano incrocio calcistico, collima in larga percentuale con quanto asserito dall’opinionista nonché trascinatore di Fermiamo il declino. Il presunto trattamento di favore ‘0,58 euro’ ha generato la sollevazione granata che sta muovendo una azione di protesta civile nata su facebook e denominata Adesso basta contro il sindaco che il 29 novembre prossimo inaugurerà del piazzale Grande Torino.

Ciò che il calcio unisce, la politica divide?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...