Calcioscommesse: venerdì la sentenza di appello. E venne il momento di Morgan De Sanctis

Nella Roma assolata e svogliata di inizio luglio, si riflette sui parallelismi. Doppi ruoli. Doppi processi.

Stefano Palazzi, coadivato dai suoi vice e collaboratori, nel suo ufficio di via Po ragiona sugli atti ricostruendo la sequenza di accadimenti nella complessità di quanto ricostruito, emerso e catalogato dalle Procure di Bari e Napoli in merito alle molteplici sfaccettature nelle rispettive inchieste in materia di calcioscommesse.

Attività particolarmente intensa, se oggi il calendario delle audizioni ha subito una revisione ulteriore per inserire anche il nome di Morgan De Sanctis, portiere del Napoli e della Nazionale rientrato ieri in Italia da Cracovia con i compagni con cui ha partecipato a Euro 2012.

La Corte di Giustizia Federale ha chiuso alle 14 il processo d’appello sul primo filone, quello relativo all’inchiesta condotta dalla Procura di Cremona. Il presidente della Corte, Gerardo Mastrandrea, ha voluto ringraziare gli intervenuti per la collaborazione prestata, ricordando con l’elencazione di qualche numero la vastità di proporzione del fenomeno: “abbiamo avuto 110 interventi tra accusa e difesa”. Stamani sono intervenuti i legali di 16 tra tesserati (Fontana, Garlini, Vantaggiato, Italiano, Mastronunzio, Cristante, Nicco, Rosati, Alberti, Stefani, Fiuzzi) e società (Padova, Pescara, Reggina, Novara, Albinoleffe), dopo la lunga maratona di ieri, 11 ore di udienza e 31 ricorrenti ascoltati (Cassano, Sartor, Zamperini, Ventola, Ferrari, Yock, Caremi, Serafini, Fissore, Iaconi, Magalini, Nassi, Comazzi, Colacone, Rickler, De Falco, Catinali, Santoni, Iacopino; Siena, Sampdoria, Spezia, Empoli, Monza; le società che hanno ricorso come parti terze Nocerina, Vicenza, Cesena, Gubbio, Barletta). Una giornata intensa, in cui hanno trovato spazio anche le associazioni (Codacons e FederSupporter) che avevano chiesto di essere ammesse al procedimento e la sospensione dello stesso, ricevendo però un’ordinanza negativa in entrambi i casi. Entro la fine della settimana, tra venerdì e sabato, la decisione della Corte riunitasi in camera di consiglio. 

CALENDARIO AGGIORNATO
5 luglio: Gianfranco Parlato (tecnico), Federico Cossato (ex calciatore), Michele Cossato (ex calciatore), Morgan De Sanctis (calciatore Napoli), Silvio Giusti (tecnico); Biagio Pagano (calciatore della Nocerina), Eugenio Vincenti (Osservatore del Livorno).

6 luglio: Matteo Gianello (calciatore Villafranca Veronese), Walter Mazzarri (tecnico Napoli), Gianluca Grava (calciatore Napoli), Paolo Cannavaro (calciatore Napoli), Giuseppe Mascara (calciatore Novara).

9 luglio: Giuseppe Santorum, Fabio Quagliarella (calciatore Juventus), Federico Piovaccari (calciatore Sampdoria), Luca Ariatti (calciatore Pescara).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...