La testata di Eto’o merita la squalifica

Io non difendo Milos, perché anche una difesa d’ufficio vincerebbe dopo la squalifica per simulazione dietro ricorso alla prova tv. Il fallo era evidente. Quello che avevo da dire (e da scrivere) si riassume in questo concetto: il talento incontenibile a cui gli osservatori di questo sistema calcio decadente e fazioso devono piegarsi non può essere inquinato da letture dietrologiche. Ci devono stare. Krasic vale. Non lo si può trascurare in una Juventus che deve (ri)nascere. Allontanare la già fiorente fenomenologia del simulatore, in questa giornata, è incarico anche della società che ricostruisce credibilità dalla nettezza e sulla trasparenza.

Arriveranno i Gilardino, arriveranno i Luis Suarez, arriveranno i Maccarone o addirittura i Benzema. L’accoglienza che verrà loro riservata sarà magnificente, encomiabile. Intanto teniamoci Krasic, valorizziamo Aquilani, scuotiamo Felipe Melo.

E attendiamo che il giudice sportivo, dietro ovvio deferimento da parte del procuratore Stefano Palazzi, decida che squalifica infliggere (per me è cosa certa) all’attaccante dell’Inter, Samuel Eto’o, per la testata di zidaniana memoria a Bostjan Cesar, difensore del Chievo.Superfluo aggiungere che da Gianpaolo Tosel si vuole la medesima severità se non una maggiore censura dopo aver assistito a questo comportamento. Se Krasic ha preso due giornate per simulazione (art.35), tre mi paiono onestamente sanzione più che adeguata. No?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...